.

.
.
.
.
.

sabato 31 agosto 2013

IDEE LUDICHE INTERVISTA GIOACCHINO PRESTIGIACOMO


Quest’oggi a Idee Ludiche parleremo con Gioacchino Prestigiacomo, un eclettico game designer di Varese, noto soprattutto per la pubblicazione di Sky Traders, ma come vedremo tra poco, la sua produzione è in realtà vastissima grazie ai tanti giochi ed espansioni gratuite che l’autore varesino ha condiviso su siti e riviste specializzate!

Ciao Gioacchino, la prima domanda è d’obbligo: parlaci ti te e di come ti sei avvicinato al mondo del gioco.

Ciao. Mi chiamo Gioacchino e abito a Varese. Coltivo diversi hobbies: leggo i premi Hugo, sono un cuoco provetto, un gradito barman,  un conoscitore di vini e… anche di giochi!
Ho sempre avuto una passione innata per il gioco da tavolo: all’età di 10 anni sviluppai il mio primo gioco con carta, forbici e pennarelli: si intitolava Petrolnopoli ed era una variante del monopoli ambientata sulle estrazioni petrolifere. Al posto delle classiche casette di legno avevo costruito delle torri di estrazione di cartone… Chissà che fine ha fatto quel vecchio prototipo grondante di colori…
Il mio primo amore è stato sicuramente il Risiko. Quand’ero quattordicenne e dopo innumerevoli partite con gli amici, iniziai a modificare le regole e la plancia. Ho pubblicato su Boardgamegeek  un’espansione dal titolo Superisiko che presenta una selezione delle regole migliori che ho sviluppato nel corso degli anni.
Con il passare del tempo ho frequentato diversi gruppi di gioco che mi hanno fatto approfondire il mondo dei giochi e dei gdr. Dapprima a Savona (dove fui gran giocatore di Magic e uno dei fondatori di un club di giochi chiamato Circle of Chaos), poi a Pavia (ricordo sempre con piacere gli anni trascorsi alla Dragon’s Lair) e attualmente a Varese (gioco ogni mercoledì sera al Varese Wargame Club). Nel 1997 ho creato e gestito il sito NETGAMERS (guest del sito Treemme.org), primo sito dedicato agli inventori di giochi che purtroppo ho abbandonato nel 2000 per motivi di lavoro.
Man mano che progredivano le mie conoscenze ludiche, ho sempre scomposto e reinventato le regole di gran parte dei miei giochi preferiti. Per questo motivo ho frequentato corsi di impaginazione e software grafico che ho sfruttato per realizzare prototipi dalla grafica piacevole. Così ho iniziato a presentare ufficialmente i miei primi prototipi al Premio Archimede: nel 1998 con Semiramide (miglior gioco di strategia) e poi nel 2000 con Ringmaster (in nomination per la finale).
Negli anni ho pubblicato su alcune riviste del settore (Kaos e Giocarea) e poi su Boardgamegeek diversi giochi ed espansioni gratuite:

CORAGH – TEMPESTA TORCENTE: un gdr ambientato sulla Terra dopo l’Apocalisse di San Giovanni.

BATTLEMASS: un veloce wargame 3D ambientato nel mondo Sci-Fi dei MAD (Mechanized Assault Droid).

BLADE RUNNER: un’espansone per Scotland Yard per rivivere l’ambientazione del film omonimo.

KABALAM: gioco di carte francesi basato sulla divinazione della Kabala.

ADVANCED STARQUEST: regolamento sul gioco Starquest che integra le regole di Space Hulk.

ADVANCED SPACE HULK: espansione di Space Hulk per usare tutte le razze dei Codex finora pubblicati.

RINGMASTER: un boargdgame molto curato sulle guerre del Signore degli Anelli.

IL TESORO DI VALLOMBROSA: avventura per il gdr I Cavalieri del Tempio.
 
Ah, fra le varie cose, sono anche un appassionato collezionista di giochi sul Signore degli Anelli. Possiedo la maggior parte dei boardgame, gdr, giochi di carte, Lego e monete pubblicati in tutto il mondo dal 1970 ad oggi. E possiedo alcune edizioni rarissime, che solo pochi collezionisti al mondo possono vantare (e non mi riferisco al War of the Ring collector edition)…
 

 
Raccontaci della genesi di Sky Traders, il tuo primo gioco pubblicato da una casa editrice.

Sebbene Sky Traders sia stato il mio primo gioco pubblicato, è stato anche un progetto molto sfortunato...
Ho inventato questo gioco nel 1996 sotto il nome di Astro Cargo. Il primo prototipo fu un lavoro certosino di 150 ore di collage con colla, cartoncino colorato e … decalcomanie!
Nel 2000, in occasione di un convegno ludico, rifeci completamente il gioco sfruttando le mie prime qualità grafiche al computer. Purtroppo il compianto Alex Randolph mi bocciò il prototipo senza che avessi avuto l'opportunità di spiegarlo ("oh no" – disse - "un altro gioco di fantascienza")… Così ho abbandonato con rammarico il progetto, per riprenderlo e completarlo nella sua veste definitiva nel 2007. Nel 2008 è stato tenuto fermo altri 2 anni da una azienda italiana che era interessata a pubblicarlo... Finché nel 2010 la Dust decide di pubblicarlo, ma visto che Fantasy Flight stava per lanciare Merchant of Venus, ha cambiato il layout del gioco trasformandolo nel mondo steampunk di Sky Traders (con un ottimo layout grafico grazie ad esperti del calibro di Madura, Coimbra e Fructus). Pubblicato a luglio del 2012, il gioco ha ricevuto pesanti critiche sullo stile (paragonato a Merchants & Marauders) e sulla giocabilità (a causa di pesanti modifiche al regolamento originale fatte a mia insaputa). Quindi un consiglio: se volete giocare correttamente a Sky Traders, seguite esclusivamente le Director’s Cut che ho pubblicato su Boardgamegeek: tali regole lo rendono molto simile al mio gioco originale.
NOTA: le errata corrige di Sky Traders esposte in TOCCA A TE, prendono in riferimento solo alcune regole del Director’s Cut, ma non tutte.

 
Di progetti in cantiere so che ne hai tanti, a partire da “ Mercanti dei Caraibi”…

Esatto. Fra i vari giochi che ho ancora in cantiere, quello attualmente pronto per un editore è Mercanti dei Caraibi: un gioco di commerci, zombi, pirati e magia Voodoo. I giocatori partecipano ad una fiera caraibica del XVII secolo della durata di 7 giorni. Ogni turno equivale ad una giornata in cui i giocatori nelle vesti di ricchi mercanti dovranno guidare i loro schiavi per ottenere le azioni più vantaggiose. Dovranno inoltre compare le merci ai prezzi più convenienti e poi rivenderle a prezzi più elevati basandosi sulla negoziazione di carte speciali che modificheranno i prezzi della borsa. L’inizio di ogni turno è caratterizzato dalle evocazioni voodoo durante la quale i mercanti si cimentano in una asta segreta per aggiudicarsi gli spiriti Loa dai benefici migliori. Il giocatore che alla fine dei 7 giorni di fiera guadagnerà più dobloni, sarà il vincitore. Il prototipo di MDC è stato completato dopo 2 anni di lavoro e può essere giocato da 3 a 6 giocatori in 2 ore. Questo prototipo sfrutta pienamente tutte le mie conoscenze ludiche e grafiche. Ammetto che per la prima volta sono pienamente soddisfatto del mio lavoro.

So che tieni anche dei corsi sul Game Design a Varese, ti va di spiegarci di cosa si tratta?

Di sicuro si tratta del primo corso del genere in Italia. A chi è rivolto? A tutti coloro che vogliono creare un gioco per la prima volta o vogliono migliorare le qualità grafiche dei propri prototipi.
L’idea mi è nata durante gli incontri di inventori di giochi, dove notavo che parecchi prototipi non si presentavano graficamente all’altezza della loro capacità. E dire che a volte bastano pochi consigli per creare un ottimo prototipo che sia facilmente modificabile (quante volte ho sentito di autori che dovevano ricreare da zero la loro mappa o le loro carte fatte a mano)? Grazie a questo corso fornirò gli strumenti adeguati (compresi quelli software) per creare da zero un prototipo. Il corso è diviso in 10 lezioni e segue un andamento professionale: si parte da una breve storia del gioco da tavolo (Giampaolo Dossena docet), ci saranno numerosi workshop interattivi, analizzeremo i meccanismi di gioco più comuni, i filoni commerciali più attuali e l’eventuale sbocco nel mondo dei videogames (ho lavorato per anni nel commercio dei videogames). Che dire?  Tutte le lezioni avranno un clima ludico e creativo!  Il dettaglio delle 10 lezioni è visitabile online presso la mia pagina personale di Facebook.

Sogno nel cassetto?

Solo uno piccolo, piccolo: che Mercanti dei Caraibi diventi il prossimo Spiel des Jahres! J

Beh, un desiderio più che legittimo direi! J

In conclusione, augurandoci di vedere realizzato al più presto il sogno di Gioacchino, lo ringraziamo per la disponibilità e diamo appuntamento ai lettori di Idee Ludiche a domenica 15 settembre per la prima edizione di LudiVarese, una nuovissima e gratuita fiera ludica che si terrà nel centro storico di Varese e che vedrà Gioacchino presente nell’area prototipi con Mercanti dei Caraibi, Ring Masters ed altri incredibili giochi…
Amanti dei giochi in scatola siete avvisati!

2 commenti:

  1. Non per fare l'avvocato del diavolo, eh... Però di corsi di Game Design in Italia ne esistono già da anni. Parlando per esperienza diretta, ho preso parte al seminario di una settimana del Politecnico di Torino già dal 2009, e quest'anno ho collaborato con quello del Politecnico di Milano, condotto da Maresa Bertolo, che è un vero e proprio corso con esame, all'interno della facoltà di design.
    A meno che il corso qui citato non sia solo sulla grafica (non si capisce benissimo, in merito), ma allora è sbagliato il titolo :)

    Ciao!

    RispondiElimina
  2. G. Prestigiacomo5 settembre 2013 00:59

    Giusta osservazione. Questa la sintesi del corso:

    STRUTTURA DEL CORSO
    1. SINOSSI DELLE LEZIONI: Descrizione delle 10 lezioni e obbiettivo del corso. Definizione di gioco da tavolo. Breve storia del gioco da tavolo. I giochi più famosi al mondo e copie vendute. Serve il copyright dei giochi? Breve analisi di alcuni prototipi: Astrocargo, Mercanti dei Caraibi e Semiramide come prova tangibile delle potenzialità offerte da questo corso.

    2. CREARE UN PROTOTIPO FUNZIONALE: Classificazione di un gioco da tavolo. Come creare un nuovo gioco dall’idea al prototipo funzionale. Gli strumenti necessari per creare un prototipo professionale. Istruzioni per creare una PLANCIA. Creare le PEDINE. I MATERIALI da usare. TEMPI di creazione. Come STAMPARE il prototipo. Come creare la SCATOLA del gioco. Scrivere il REGOLAMENTO. Semplificazione delle regole. Clone Rules. Originalità delle regole. Analisi dei COSTI di produzione. Il PLAYTESTING.

    3. GAME REFACTORING: analisi delle meccaniche e dei difetti di un vecchio gioco da tavolo già pubblicato, per scomporlo, rimodellarlo e renderlo più attuale usando carta, colla e forbici.

    4. FONDAMENTI DI MICROSOFT PUBLISHER (con videoproiettore): come usare Microsoft Publisher (un comune software del pacchetto Office) per creare un prototipo dal design semplice e accattivante.

    5. FONDAMENTI DI ADOBE PHOTOSHOP (con videoproiettore): come usare Adobe Photoshop a livello basilare per modificare le immagini o creare una mappa di gioco.

    6. WORKSHOP: GIOCO DI CARTE: Spiegazione dei vari giochi di carte. Partendo da 2 mazzi di carte francesi, creare un nuovo gioco di carte collettivamente: scelta del tema, obiettivo da raggiungere, elementi di gioco, regole. Creazione del prototipo in carta e cartoncino. Come creare carte da gioco personalizzate e con dimensioni adeguate.

    7. WORKSHOP: BOARDGAME: creare un nuovo gioco astratto collettivamente (un singolo progetto valido per tutti i team): scelta del tema, obiettivo da raggiungere, elementi di gioco, regole. Creazione del prototipo in carta e cartone con colla e forbici.

    8. VALUTAZIONE DEI PROTOTIPI: analisi collettiva e valutazione dei prototipi inventati da nei workshop. Compilazione delle schede di valutazione fornite con il corso. Partecipazione di un editore del settore game o di un altro game designer già edito.

    9. IL WARGAME (lezione condotta dal Varese Wargame Club, attivo da più di 20 anni nel settore ludico): cos’è il Wargame. I periodi storici più giocati. I wargames più conosciuti. Il wargame 3D. Nozioni per la creazione professionale di plastici 3D. Consigli per la pittura dei modellini.

    10. PUBBLICAZIONE & CONVEGNI: come presentare un prototipo agli editori. Il contratto con le case editrici italiane ed estere. Il mercato dell’autoproduzione. Le agenzie specializzate. Il premio dello Spiel des jahres. Le fiere di Essen, Norimberga, Luccagames , Ludica, Play Modena. PREMIO ARCHIMEDE e IDEAG. Siti internet per Inventori di giochi. Gli eventuali sbocchi nel mercato del VIDEOGAME.

    RispondiElimina